+39 035 50 40 34 info@gemma-costruzioni.com

Come recuperare edifici storici, monumenti, beni culturali e palazzi di pregio deteriorati?

Gli edifici storici, così come i monumenti, i beni culturali ed i palazzi di pregio sono un patrimonio inestimabile del nostro bel paese. In ogni città d’Italia esistono testimonianze della storia e delle tradizioni della penisola, dalle più antiche a quelle più recenti. È chiaro che il passare del tempo ha messo, e continua a mettere, a dura prova l’esistenza stessa di questi artefatti, che subiscono passivi lo scorrere degli anni. Da sempre, si è cercato di mantenere vivo questo grande tesoro, attraverso opere di recupero e ripristino, volte a tutelare e proteggere tutto ciò che le epoche passate ci hanno lasciato. Tale compito è affidato in via esclusiva ad imprese edili specializzate nel settore, capaci di effettuare valutazioni d’insieme e di procedere nella maniera più consona.

L’importanza della specificità dell’intervento

Gli interventi di recupero di edifici storici, monumenti, beni culturali e palazzi di pregio deteriorati vanno affrontati con estrema cautela, proprio in ragione della fragilità di ciò che si sottopone al lavoro. In tali delicate circostanze, la parola d’ordine è una sola: specificità. È, infatti, necessario che si tenga in grande considerazione l’insieme delle caratteristiche peculiari del manufatto deteriorato, quali, ad esempio, i materiali di costruzione, la posizione e le capacità strutturali. Queste preliminari riflessioni sono la base fondamentale per una perfetta riuscita delle operazioni, poiché ogni oggetto di intervento ha bisogno di accortezze specifiche, che devono essere studiare sul caso singolo. Il segreto per un risultato soddisfacente è proprio quello di considerare le peculiarità dell’edificio o del monumento e ruotare intorno a questa l’intero progetto.

Gli incentivi

Per chi si appresta ad effettuare una ristrutturazione di questo tipo, sono previste delle importanti agevolazioni fiscali, pensate per incentivare pratiche come queste.  Le spese relative alle operazioni di recupero, infatti, possono essere portate in detrazione per una misura pari al 19%. Tale agevolazione fiscale vuole, appunto, spingere i privati a ridare lustro alle bellezze del paese, attraverso interventi volti a valorizzarne l’estetica e l’importanza storica e culturale. Se hai deciso di effettuare dei lavori di recupero questo è il momento giusto.

Affidati ai professionisti di G.emma Costruzioni Srl e richiedi immediatamente un sopralluogo ed un preventivo gratuito.